fbpx

Il Tempio della natura…Canada

Torna a News

Il Tempio della natura…Canada

Un viaggio in Canada equivale a scoprire un universo ricchissimo di differenze e varietà, a dispetto dell’immagine stereotipata cui è solitamente associato. Il secondo stato più esteso del pianeta dopo la Russia è un concentrato di attrattive, oltreché naturalistiche, storiche, architettoniche, artistiche, enogastronomiche.

Qualche numero può essere utile per comprendere la vastità del Canada, forse la cifra distintiva, il denominatore comune di aree geografiche tanto disparate e distanti: la più lunga linea costiera del mondo (circa 202 mila km), il più lungo confine del mondo, con gli USA (circa 8900 km), un’estensione longitudinale di circa 5500 km, dal Newfoundland e Labrador fino allo Yukon, e latitudinale di 4.600, dal Nunavut, in pieno Circolo Polare Artico, all’Ontario.

La dicotomia culturale fondamentale del Canada è quella tra popolazione francofona, erede della prima colonizzazione europea, concentrata nell’area orientale del paese (la Nouvelle-France di Québec, Ontario e New Brunswick, nota anche come Acadia, dove il sostrato originario è sopravvissuto nonostante la pulizia etnica, nota come “le grande dérangement”, iniziata dai Britannici a metà 700), e anglofona, insediata fino alla Pacific Coast.

Da non dimenticare i Nativi delle Sette Nazioni. Circa il 75 % degli abitanti vive in un “corridoio” di 300 km dal confine statunitense. Più in là solo spazio, natura primordiale, il mistero azzurro del Nord.

L’ordinamento statale del Canada è di tipo federale e consta di dieci province e sette territori. Procedendo da Est si incontrano il Newfoundland and Labrador, l’Isola del Principe Edoardo, Nova Scotia, New Brunswick e l’Ontario, area attraversata dagli Appalachi e dalle loro propaggini collinari, che digradano verso la piana del San Lorenzo e i Grandi Laghi.

La fascia centrale, ampia e pianeggiante, è occupata da Manitoba e Saskatchewan, fino alla grande Baia di Hudson, a Nord Ovest della quale si estendono i tre immensi territori canadesi, pressoché disabitati, del Nunavut, North West e Yukon. In Alberta si innalza la principale catena montuosa del paese, le Rocky Mountains, che formano lo spartiacque continentale. La costa del Pacifico ricade completamente nella British Columbia.

COSA VISITARE

Le Cascate del Niagara, una delle attrazioni naturalistiche più spettacolari e famose dell’intero Nord America, poste a cavallo tra USA e Canada, composte da tre salti d’acqua con cui il fiume Niagara supera un dislivello di 52 metri: l’Horseshoe Falls, “ferro di cavallo”, sul lato canadese, le American Falls e le Bridal Veil Fall, “velo nuziale”, negli States.

Il centro storico della Vieux-Québec, dichiarato Patrimonio dell’UNESCO per il suo inconfondibile sapore di “ville” francese al tempo dei fasti borbonici dei Luigi, elegante e sontuosa, fine, colta e gaudente, disegnata sugli stilemi del rinascimento transalpino.

La Basilica di Notre Dame nella Vieux Montréal, luminosa chiesa neogotica eretta negli anni 20 dell’800, affacciata sulla nevralgica Place d’Armes.

L’Anse aux Meadows National Historic Site, sull’isola di Terranova, l’unico insediamento normanno giunto fino a noi, e primo nucleo europeo nelle Americhe, dichiarato Patrimonio dell’UNESCO.

Il villaggio di pescatori di Lunenburg, in Nova Scotia, fondato nel 1753 per un piano di colonizzazione britannico che coinvolse però immigrati tedeschi, svizzeri e francesi, dichiarato Patrimonio UNESCO.

L’avveniristico centro urbano di Toronto, dominato dalla CN Tower, la torre per le telecomunicazioni, eretta nel 1976, che con i suoi 553 metri è la più alta al mondo nel suo genere.

La capitale Ottawa, estesa su un’ansa verdeggiante dell’omonimo fiume, da cui si diparte il Rideau Canal, via acquatica artificiale costruita nel 1832 dagli Inglesi per precauzione contro gli Stati Uniti, Patrimonio UNESCO che taglia il centro storico. La città è dominata dalla Parliament Hill, con i maestosi edifici del Parlamento canadese, eretti tra metà 800 e primo ventennio del 900 in stile neogotico-eclettico (East Block, Central Block con la Peace Tower e West Block).

Churchill, sull’enorme Baia di Hudson, ideale per avvistare gli orsi polari.

La cintura ecologica del Canadian Rocky Mountain Parks, tra Alberta e British Columbia, Patrimonio UNESCO composto da quattro Parchi Nazionali che tutelano vette scenografiche, ghiacciai immensi, laghi diafani, boschi impenetrabili, e un’eccezionale fauna: il Banff National Park, famoso grazie all’omonima, rinomata località di villeggiatura, e ai numerosi specchi d’acqua, tra cui il Lake Moraine, tra i più fotografati del Canada; lo Jasper National Park, attraversato dalla spettacolare Icefields Parkway; il Kootenay National Park e lo Yoho National Park, nei cui confini rientra l’Argillite di Burgess, imponente affioramento tempestato di fossili di remoti fondali oceanici.

Vancouver, sulla costa del Pacifico, città dall’altissima qualità della vita, ricca di verde (si segnalano i giardini Queen Elizabeth), negozi e grattacieli.

Waterton Lakes National Park, proseguimento in Alberta del Glacier National Park del Montana, che nel complesso formano un Parco della Pace internazionale dichiarato Biosfera dell’UNESCO.

Condividi questo post

Torna a News